febbraio, 2018

dom4feb17:30Concerto: Andrea De Vitis17:30 Tipo di evento:Concerti

Altro

Dettagli evento

Johann Kaspar Mertz (1806-1856)
An Malvina
Scherzo
Fantaisie hongroise

Fernando Sor (1778 – 1839)
Fantaisie élégiaque à la mort de madame Beslay op. 59

Alexandre Tansman (1897-1986)
Piece en forme de Passacaille

Nicolò Paganini (1782 – 1840)
Due Sonate

Alexandre Tansman (1897-1986)
Cavatina – Danza pomposa

Marco De Biasi (1977)
Lumen et umbrae (homage to Toru Takemitsu)

Andrea De Vitis (Roma, 1985) Diplomatosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Morlacchi” (Perugia) nella classe di Leonardo De Angelis, si è perfezionato presso la “Segovia Guitar Academy” di Pordenone sotto la guida di Paolo Pegoraro e Adriano Del Sal; ha frequentato masterclasses tenute da Oscar Ghiglia, Carlo Marchione, Arturo Tallini, Pavel Steidl, Carles Trepat, Frédéric Zigante, Piero Bonaguri ed altri.

Negli ultimi anni ha vinto più di 40 premi in prestigiosi concorsi internazionali. Tra i primi premi si citano: Guitar Masters 2016 di Wroclaw, Certamen Internacional “Julian Arcas” di Almerìa, Forum Gitarre Vienna, Budapest International Competition, Iserlohn guitar competition, Concorso Internazionale di Gargnano, Kutna Hora Guitar Competition, Concorso Mercatali di Gorizia, Concorso Internazionale Città di Mottola, Concorso Internazionale Claxica. Ottiene altresì il II premio al Concorso “Frauchi” di Mosca e “M. Pittaluga” di Alessandria (primo premio non assegnato) e al Guitar Foundation of America (Denver).

Per i suoi meriti artistici ha ricevuto due “Chitarre d’oro ” nell’ambito del Convegno Internazionale “Pittaluga” di Alessandria: nel 2013 per “la giovane promessa”e nel 2016 per il “miglior cd”.

La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista in prestigiose sale da concerto (Usa, Russia, Spagna, Austria, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca); ha collaborato con orchestre quali Aukso Kameralna (Polonia), Anima Musicae (Ungheria), Capella State Orchestra (Russia) per l’esecuzione del Concierto de Aranjuez di Joaquin Rodrigo.

Nel marzo 2015 è stato pubblicato il suo CD di esordio “Colloquio con Andrés Segovia” con l’etichetta Dot Guitar; il debutto discografico ha raccolto un grande successo di pubblico e critica (recensioni su SeiCorde, Musica, Guitart, Scesc Strun Swiata, Fronimo).

E’ molto richiesto come docente e giurato nell’ambito di prestigiosi festival chitarristici, in Italia e all’estero (Forum Gitarre Wien, Conservatorium Maastricht, Budapest Guitar Festival, Gitarrenakademie Pforzheim, Kamermuziek Hengelo, Falaut Campus, Scuola Civica delle Arti, Concorso “Giulio Rospigliosi”).

Andrea De Vitis suona una chitarra del liutaio belga Walter Verreydt e dal 2014 è D’Addario Artist.

Orari

(Domenica) 17:30

Luogo

Cappella Istituto Cocchetti

Piazza F. Carrara 17

X